IL BLOG


IL MOVIMENTO REALE AL FOTOFINISH CON LO STATO DI COSE LATENTE.


martedì 17 settembre 2013

We'll meet again

comunismo falce e martello manifesto costruttivismo

9 commenti:

  1. E' probabile che non si canti più l'internazionale ma nel frattempo qualche scricchiolio si sente, un tempo si chiamava contraddizione del sistema capitalistico, adesso si chiamano "tutele eccessive". Non lo so però se ci rivedremo di nuovo ;-)

    RispondiElimina
  2. Del resto, sulle note di "We'll meet again" si chiude il Dr. Strangelove :)

    RispondiElimina
  3. L'uncino eloquentemente insanguinato mi ispira un bel "speremo de no".
    Immagine di squisita fattura, come sempre.

    RispondiElimina
  4. non poteva mancare il magnifico cappellino da dandy...;-)

    un invito alla danza, senza dubbio!
    Ciao, Humani :-)

    RispondiElimina
  5. @elio_c @Carla
    L'eco del Novecento è più potente del vociare cretino di questo secolo, nel bene e nel male. Per balzare avanti occorre retrocedere e prendere la rincorsa.
    :-)
    Ciao!

    RispondiElimina
  6. http://www.youtube.com/watch?v=3Drw4aZhdT8
    Un bel coro per l'i-phone no.6

    ;-)

    RispondiElimina
  7. @Arthur Rêve
    è un'idea, dopo che mi sarò stancato di Auferstanden aus Ruinen
    :D

    RispondiElimina
  8. L'eco del Novecento, già. Ti lascio una cosa di tempo fa. A presto.

    RispondiElimina
  9. Ottimo post Antonio!... Mantenere il portamento dell'Angelus novus :-) così difficile, così importante.

    RispondiElimina